Il 20 e 21 luglio è “Naso Art Fest”

In seguito al successo dell’anno scorso, l’Amministrazione del Comune di Naso propone la seconda edizione di Naso Art Fest.

La due giorni prevista per il 20 e il 21 luglio, si prefigge di valorizzare uno dei centri più importanti dei Nebrodi per Storia, Cultura e Tradizione.

Anche quest’anno protagonista è il centro storico, cuore della città Naso, adibito a vero e proprio palcoscenico naturale. Piazze e vicoli sono animati da musica, canti, storie antiche e moderne che tendono a valorizzare la cultura siciliana.

In sinergia con la cittadinanza attiva sono offerti diversi spunti di conoscenza.

I sapori delle colture locali divengono cibi prelibati lungo itinerari del gusto curati con passione e dedizione da attività locali con proposte di presidi slow food.

Gli artigiani mostrano i loro manufatti creati a partire da tecniche tradizionali e plasmati dalla creatività di ognuno.

Il laboratorio di Arte Maiolicara, a cura del maestro ceramista Pier Luigi Scardino, guida i partecipanti alla conoscenza dello stile e dei colori che da secoli caratterizzano la ceramica nasitana e all’applicazione delle tecniche maiolicare in chiave moderna.

La mostra di Mariateresa Brancatelli, dal titolo Sogni di cartone, racconta l’emigrazione dei siciliani in America nei primi decenni del secolo scorso; un’importante pagina di Storia del nostro Paese, che ci ricorda che l’essere umano si è sempre spostato in cerca di una vita migliore e che un tempo è toccato anche a noi.

La mostra di Antichi Paramenti Sacri curata dalla Parrocchia SS. Filippo e Giacomo impreziosisce l’esperienza del visitatore.

Non mancano la musica e gli spettacoli, la cui direzione artistica è affidata a Oriana Civile, nasitana esponente di spicco del folk-revival siciliano, le cui scelte sono orientate alla qualità ed alla valorizzazione delle tradizioni e dell’identità culturale. Numerosi, infatti, gli artisti strettamente legati al Paese che li ospita in questa due giorni di festa ed allegria.