Agenzia giornalistica italiana: “Il sistema portuale di Messina-Milazzo è fra le prime tre realtà portuali più dinamiche in Italia

Il sistema portuale di Messina-Milazzo è fra le prime tre realtà portuali più “dinamiche in Italia”, avendo registrato nell’ultimo anno una crescita superiore al 10%. Questa è la notizia, riportata da AGI Agenzia giornalistica italiana, che riconosce alla gestione benché commissariale dell’AP unitamente al suo staff, un lavoro costante profuso con il massimo impegno come se non fosse tale. Infatti si continuano a realizzare importanti opere, a progettare indispensabili infrastrutture materiali e immateriali per il futuro, in sinergia con le istituzioni locali, al pari di una gestione ordinaria.

“Abbiamo lavorato in continuità con l’obiettivo, prefissatoci sin dal primo giorno di insediamento a Messina, di rafforzare i porti di competenza, i traffici e le attività connesse, potenziando e rinnovando le infrastrutture, migliorando i servizi” dichiara il Commissario De Simone “Siamo stati promotori di importanti iniziative di sviluppo ed innovazione, come l’istituzione della ZES, che potranno, mi auguro, assicurare a Messina e Milazzo il giusto ruolo nel sistema portuale italiano, europeo e mediterraneo. E proseguiamo fino all’ultimo giorno con lo stesso impegno ed entusiasmo. Ieri, ad esempio, abbiamo firmato con l’Amministratore Unico della Società degli Interporti Siciliani, Avv. Rosario Torrisi Rigano, e con il Presidente del Centro Mercantile Sicilia, Avv. Elio La Tassa, un Protocollo d’intesa che ha fra i suoi scopi lo sviluppo di sinergie fra i tre soggetti firmatari per migliorare l’offerta di un ciclo completo connesso alla logistica delle merci in favore soprattutto della futura area ZES di Milazzo e delle aziende già presenti o che si insedieranno”.

“La prossima settimana invece torneremo a Miami per la principale fiera internazionale del settore con un bellissimo stand condiviso per la prima volta e assoluta novità nel panorama dei porti italiani, con le Autorità di sistema portuale della Sicilia Orientale e della Sicilia Occidentale per incontrare tutte le compagnie crocieristiche e promuovere congiuntamente il “brand Sicilia” con le impareggiabili attrattive dell’isola, indubbiamente una delle più belle mete turistiche italiane apprezzate nel mondo.  Grazie al protocollo d’intesa firmato con le altre due AdSP siciliane nel mese di marzo 2018, questa collaborazione nei settori della logistica, della intermodalità e del crocierismo, da me fortemente voluta, consente di sviluppare la portualità siciliana, assicurando benefici all’intero territorio” in stretta collaborazione e sinergia con gli obiettivi dell’attuale Giunta regionale siciliana del Presidente Musumeci nella promozione internazionale dell’isola.

Inoltre, la gestione di De Simone lascerà alla futura Autorità di Sistema portuale dello Stretto, una volta costituita, fra cantieri aperti, progettazioni in itinere e opere le cui procedure sono state già avviate, circa 320 milioni di euro.