Avviato sabato il corso per CTU organizzato da Ordine Architetti, Avvocati e Collegio Geometri

Avviato sabato 7 aprile  il Corso di formazione “CONSULENTI TECNICI D’UFFICIO NEI PROCEDIMENTI CIVILI E PENALI” presso l’Aula Corte D’Appello del Tribunale di Messina, organizzato dall’Ordine degli Architetti P.P.C. della provincia di Messina in collaborazione e sinergia con l’ordine degli Avvocati di Messina e il Collegio Geometri e G.L. di Messina.
Ha aperto i lavori l‘arch. Anna Carulli, vice presidente con delega alla formazione e direttore del corso, spiegando l’orientamento della scelta dell’ordine nella proposta formativa, la cercata collaborazione con gli altri ordini, ma soprattutto con l’ordine degli avvocati, per avviare un dibattito costruttivo sulle procedure a supporto  del percorso delle consulenze tecniche giudiziarie mediante l’analisi dell’iter e le indicazioni relative alla procedura e all’interpretazione più corretta della più recente e autorevole giurisprudenza. “All’aspetto giuridico, che ne segna i contorni in virtù della finalità della CTU, – ha detto la Carulli –  è ovviamente sempre affiancato un percorso tecnico finalizzato ad acquisire competenze e capacità pratiche volte alla gestione delle operazioni peritali, alle possibilità di saggi ed accertamenti da eseguire nel corso e ai rapporti con tutte le parti del processo, con un’attenzione particolare alle norme deontologiche che orientano i comportamenti e le azioni del CTU”.
A seguire la  dott.ssa Caterina Mangano,  Coordinatrice dei Magistrati Relatori e Presidente della I Sezione del  Tribunale di Messina ha portato i saluti del Presidente del Tribunale di Messina e Presidente della Corte di Appello di Messina. “Il corso di formazione che oggi è stato introdotto  – ha detto – rappresenta, anche per noi magistrati, un’occasione importante di confronto con professionalità molto preziose per il buon andamento giudiziario, tale da favorire uno scambio di esperienze certamente utile al miglioramento della nostra collaborazione nella fase istruttoria del processo civile e penale”.
Il Presidente dell’Ordine degli Avvocati, avv. Vincenzo Ciraolo, ha espresso soddisfazione nei confronti del Corso di Formazione per CTU presentato in quanto manifestazione di quella sinergia tra ordini che è sempre auspicabile e che trova in questo progetto una manifestazione concreta. L’Avv. Ciraolo ha ribadito l’importanza della Consulenza Tecnica d’Ufficio e del ruolo del consulente nella conclusione del processo che già nella fase della relazione trova possibilità di definizione con adeguati livelli di certezza e pertanto è, e dovrebbe essere, di ausilio a una più celere conclusione del processo. L’adeguata formazione dei tecnici in tal senso contribuisce alla presa di consapevolezza del CTU del suo fondamentale compito.
Il dott. pianif. Carmelo Ardito, Presidente del Collegio Provinciale Geometri e Geometri Laureati di Messina, è intervenuto enfatizzando l’esempio di sinergia tra gli ordini professionali nella formazione in generale e nei corsi C.T.U. nello specifico, che oltre all’acquisizione delle competenze mirano ad orientare il consulente sulle norme deontologiche e sui comportamenti che dovrà assumere nelle operazioni peritali.
L‘ ing. Giuseppe Furrer, Coordinatore scientifico e didattico del corso, soffermandosi sulla collaborazione tra ordini e professionalità, ha illustrato il programma ai corsisti e le tematiche che verranno affrontate, nonchè l’importanza del mezzo istruttorio nella consulenza tecnica d’ufficio.
L’avv. Gabriella Vaccaro, Tutor del corso e Civilista del Foro di Messina, ha richiamato il ruolo del CTU nel processo quale esempio di quanto oggi, per raggiungere gran parte degli obiettivi professionali, occorra il contributo di altre competenze e professionalità. Auspicando, inoltre, che il contributo degli avvocati e il dialogo tra tecnici e legali che prenderà forma in aula possa portare a concrete collaborazioni e sia fonte di confronto e arricchimento tra i diversi professionisti.
L’evento segna un’importante finalità volta all’acquisizione di competenze e capacità pratiche per la gestione delle operazioni peritali di quella figura tecnica quale ausiliario del giudice, alle possibilità di saggi ed accertamenti da eseguire nel corso della CTU e ai rapporti con tutte le parti del processo, con un’attenzione particolare alle norme deontologiche che orientano i comportamenti e le azioni del CTU.
Il corso vuole essere una guida per quanti vogliano iniziare questa qualificante e delicata attività, ma anche per coloro che desiderino approfondire la preparazione o la conoscenza nel settore; è rivolto, ovviamente, a professionisti tecnici, operanti in particolare nel settore edile/immobiliare.
La partecipazione al corso, aperta anche ad altre categorie professionali, dà diritto a 20 CFP per gli Architetti, 20 CFP e Geometri, 15 CF per gli Avvocati di cui 3 in materia obbligatoria