Biblioteca G. Longo: grande successo per la Rassegna dedicata alla donna siciliana

Biblioteca G. Longo: grande successo per la Rassegna dedicata alla donna siciliana

La Biblioteca regionale “Giacomo Longo” di Messina ha chiuso ieri, con una grandissima affluenza di pubblico, la rassegna in tre giornate dedicata alla Sicilia al femminile.

Dopo le prime due partecipate tappe del 14 e del 20 dicembre, ieri l’immagine della donna siciliana è stata raccontata attraverso la presentazione di due libri e attraverso una esposizione di oggeti e testi.

A fare gli onori di casa, naturalmente, la Dirigente Responsabile della Biblioteca Tommasa Siragusa.

Nella Sala Lettura della Biblioteca, è stato presentato il volume “Donna sacra di Sicilia”, curato da Francesco La Rosa e Mariella Cutrona.

Apprezzatissima, nel Salone Eventi, l’esposizione a tema di prestigiosi volumi antichi e di testi moderni, patrimonio della Biblioteca e gli oggetti, messi a disposizione da privati e da associazioni, tra i quali i cimeli appartenuti all’indimenticabile poetessa messinese Maria Costa.

La rassegna ha raccontato, quindi, la sacralità della Donna siciliana declinata nei molteplici aspetti: da santa a eroina, anche rivoluzionaria; da figura mitologica o leggendaria a personaggio ritenuto esemplare nel comune sentire, e ancora, a angelo del focolare, dimensione quest’ultima, delineata a tutto tondo, di moglie e madre, con i propri affanni, ansie e sogni. Figure dunque tratteggiate in chiaro-scuro che hanno, comunque, lasciato tracce indelebili nella storia ufficiale e non. Anche se, a volte, poco o per nulla ricordate, tra le pagine dei libri riprendono forma e vita, riappropriandosi delle loro identità.

In occasione dei 111 anni dal 28 dicembre 1908, inoltre, la Biblioteca Regionale di Messina ha voluto partecipare alle iniziative promosse dall’Assessorato alla Protezione Civile e dall’Assessorato alla Cultura della Città di Messina,con la mostra “La Messina pre-terremoto”

Sono intervenuti: l’ass. alla Cultura Enzo Caruso; l’esperto del Sindaco per la Protezione Civile Antonio Rizzo; il Direttore Unitelma – Sapienza di Messina Domenico Interdonato; il prof. Roberto Sciarrone, ricercatore in storia contemporanea presso il Dipartimento di Storia, Culture e Religioni dell’Università “La Sapienza”di Roma; il Presidente ANCRI di Catania, Giuseppe Adernò; il Presidente della Banca del Tempo, Nina Di Nuzzo; il Presidente del Centro Studi “Maria Costa”, Lillo Alessandro; la Presidente della Fidapa di Messina, Rosa Maria Trischitta e la Presidente del Club per l’Unesco di Messina, Santa Schepis.

L’evento ha ottenuto il prestigioso patrocinio della Università degli Studi di Roma–Unitelma Sapienza e ha visto la partecipazione, come ospiti, dell’Ambasciatore del Gusto Lillo Freni e del Maestro Umberto Giacalone.

La mostra “Donna sacra di Sicilia” resterà ancora aperta al pubblico dal 7 al 10 gennaio 2020, dalle ore 10 alle13.
L’ingresso è libero e non occorre prenotazione.
Per info: urpbibliome@regione.sicilia.it Tel. 090674564

redazione