Non c’è più tempo! Urge una sede per la Meter e Miles

Non c è più tempo. È ciò che l’avv. Silvana Paratore da tempo vicino all’associazione Meter e Miles che si occupa di progetti rieducativi, ha con forza ripetuto anche in occasione di recente della celebrazione della giornata Nazionale delle Persone down. Non vanifichiamo tutti gli sforzi compiuti in questi anni da una realtà che ha contribuito al miglioramento delle potenzialità di autodeterminazione sociale dei giovani che frequentano l’associazione. La Meter & Miles ha bisogno di una sede, aggiunto il presidente Saro Visicaro e non è un istituto o un’associazione per “handicappati”. La Meter & Miles è un Centro dove si praticano attività inclusive per persone che hanno completato il loro percorso scolastico. Paradossalmente ha affermato Visicaro, dopo l’eliminazione degli istituti per “handicappati” avvenuta nel 1977 con la legge n° 577, c’è ancora chi vorrebbe imporre una sorta di reclusorio per coloro che hanno concluso ( spesso con mezzi e metodi  inadeguati) il periodo dell’istruzione.Anzi lo Stato, a tutti i livelli, è totalmente disinteressato alla vita post scolastica di migliaia di persone. Rimane quindi l’alternativa crudele del parcheggio casalingo. La Meter Miles Ability ha aggiunto la Paratore, lotta per dare senso, corpo e significato alla inclusione e alla dignità di soggetti fragili. Da maggio 2020, subito dopo il lock-down, diverse sono state, ha precisato Visicaro le richieste  all’amministrazione comunale di trovare e di destinare ai bisogni e alle attività quotidiane dei ragazzi della Meter Miles, dei locali idonei a garantire sicurezza  per le misure anti Covid – 19. Ad oggi ancora la soluzione non si concretizza. Anche se il patrimonio immobiliare pubblico inutilizzato è immenso.Con l’aumento dei contagi però i rischi aumentano. La prospettiva è quindi chiudere e sospendere ogni attività e condannare alla “reclusione” i fruitori di un servizio di volontariato svolto in sostituzione di un servizio pubblico inesistente.Cosa vogliamo fare?

ANCHE MESSINA CELEBRA LA GIORNATA NAZIONALE DELLE PERSONE DOWN

Ad ottobre si promuove in tutto il mondo la Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down.L’evento sarà celebrato anche a Messina, nel rispetto della normativa anticovid, nei giorni di sabato 10 e di  domenica 11 ottobre dalle ore 10:30 presso la libreria “ La casa di Giulia” in via Don Bosco 33. La giornata promossa dall’associazione Meter e Miles presieduta da Saro Visicaro sarà coordinata e condotta dall’avv. Silvana Paratore. “Un mondo pieno di scarabocchi”è il tema di quest’anno. Lo scarabocchio è uno spazio di libertà e la giornata si propone di consentire attraverso i gesti, i disegni, le fantasie che i giovani della meter e miles, realizzeranno per riempire uno spazio bianco insieme ai diversi artisti che li accompagneranno in questo progetto, a sensibilizzare chi è spesso distratto nei confronti dei bisogni e dei diritti della diversità.Ingresso libero ( obbligatorio uso della mascherina) 

Riparte la I sessione 2020 del Premio “Storie di Alternanza”, termine ultimo il 23 ottobre

Dopo il necessario rinvio dovuto all’emergenza Covid 19, riparte la III edizione del Premio “Storie di Alternanza”, sessione I semestre 2020, promosso da Unioncamere in sinergia con le Camere di commercio.

In seguito alla ripresa delle attività economiche e al riavvio delle attività didattiche delle istituzioni scolastiche, è stata riaperta, infatti, la piattaforma web www.storiedialternanza.it che consente la raccolta delle nuove candidature progettuali e la modifica di quelle già inserite prima della sospensione. Il nuovo termine per l’inserimento o la modifica delle candidature scade il 23 ottobre 2020, alle ore 17.00.

Si ricorda che nella I sessione 2020 sono previste 2 categorie di concorso (Licei e Istituti tecnici e professionali) per premiare i percorsi realizzati a partire dall’anno scolastico 2018/2019. Per quanto riguarda le modalità operative di iscrizione, si confermano quelle già previste per la sessione II semestre 2019, con l’invio da parte degli istituti scolastici delle candidature online sempre tramite la piattaforma web.

«Il Premio Storie di Alternanza è per gli studenti un’occasione di orientamento e apprendimento di competenze utili alla loro futura occupabilità – afferma il presidente della Camera di commercio, Ivo Blandina – un’iniziativa alla quale il nostro Ente ha aderito sin da subito, convinto dell’importanza di stabilire una connessione sempre più forte tra il sistema d’istruzione e formazione e il mondo delle imprese».

Per informazioni: www.storiedialternanza.it; storiedialternanza@unioncamere.it; aziendaspeciale@me.camcom.it

DOMANI 106ª GIORNATA MONDIALE DEL MIGRANTE E DEL RIFUGIATO

Domenica 27 settembre, alle ore 16.00, nella Basilica Cattedrale di Messina, don Marco D’ARRIGO, Vicario foraneo di Messina centro e Messina nord, presiederà la Celebrazione eucaristica in occasione della Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, animata dalle cappellanie srilankese e filippina e dai volontari dell’Ufficio diocesano Migrantes. “Come Gesù Cristo, costretti a fuggire. Accogliere, proteggere, promuovere e integrare gli sfollati interni” è il titolo scelto da Papa Francesco per la Giornata. Il Messaggio consegnato dal Pontefice si concentra sulla pastorale degli sfollati interni, entro i confini del proprio Paese, che oggi nel mondo sono oltre 50 milioni. Sono fra le persone più vulnerabili al mondo. Hanno abbandonato la propria casa per ragioni simili a quelle dei rifugiati, ma restano sotto la protezione del loro governo, anche quando proprio quel governo è la causa delle situazioni che li hanno costretti alla fuga. E in assenza di un mandato generale per la loro assistenza, la maggior parte degli sfollati interni non riceve protezione internazionale. Come risulta evidente dal titolo del Messaggio, la riflessione di Papa Francesco parte dall’esperienza di Gesù sfollato e profugo assieme ai suoi genitori, per ribadire l’importanza della ragione cristologica dell’accoglienza cristiana. Per la nostra Chiesa locale, la Giornata è l’occasione per evidenziare ancora una volta quanto sia necessario adoperarsi perché i migranti, forzati e non, siano riconosciuti come portatori di doni e opportunità oltre che di diritti e dignità. Una sfida educativa che interpella la comunità ecclesiale e la società civile a fare fronte comune perché il nostro territorio, nella ricchezza della pluralità, diventi sempre più un luogo di accoglienza, di riconoscimento e di protagonismo per i migranti. Per aiutare a superare paure e pregiudizi, promuovendo conoscenza, dialogo e collaborazione Per la “Settimana diocesana delle Migrazioni”, che va dal 26 settembre al 3 ottobre, le librerie cittadine sono state invitate ad allestire uno spazio con i volumi dedicati al tema delle migrazioni. L’iniziativa prende il nome di “LibReriamo una nuova narrazione”, nella consapevolezza che tante paure e discriminazioni nascono dalla non conoscenza e da un racconto falsato da chi, sulla pelle dei migranti, ricerca consenso attraverso strumentalizzazioni ed analisi faziose. All’iniziativa hanno aderito: Libreria La Feltrinelli Point; Libreria Paoline; Libreria La Casa di Giulia; Libreria La Gilda dei Narratori; Libreria Bonanzinga; Libreria Mondadori-Ciofalo.

L’ANCI SICILIA SOLLECITA I SINDACI AD INCENTIVARE LA CULTURA DELLA DONAZIONE DI SANGUE

L’ANCI Sicilia fa un appello alla donazione di sangue prima di andare in ferie e sollecita i sindaci siciliani ad incentivare la cultura della donazione tra i propri concittadini, soprattutto nel periodo estivo, quando l’emergenza sangue rischia di diventare insostenibile.
“E’ necessario favorire e promuovere lo sviluppo di azioni volte alla crescita della cultura della donazione in particolare tra le giovani generazioni, quale atto importante di solidarietà”. Hanno dichiarato Leoluca Orlando e Mario Alvano, presidente e segretario generale di ANCI Sicilia
“Malgrado il continuo impegno abbiamo, purtroppo, assistito, in questi mesi, a un sensibile calo delle donazioni a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19 e nonostante ci siano stati meno interventi chirurgici – continuano Orlando e Alvano – il rischio è che le donazioni si esauriscano ulteriormente a causa delle ferie estive, con inevitabili e conseguenti disagi per un gran numero di pazienti con patologie gravi che necessitano di continue trasfusioni. E’ per questo, quindi, che facciamo appello a tutti gli amministratori siciliani – continuano Orlando e Alvano -.affinché si adoperino in una proficua campagna di sensibilizzazione e utilizzino tutti gli strumenti di comunicazione e informazione utili ad incentivare la donazione di sangue, nel totale rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid”.
“Donare il proprio sangue è certamente uno dei più significativi fra gli atti di solidarietà che può realizzare un cittadino e d’altro canto accrescere la cultura della donazione in una comunità può rappresentare una delle azioni di maggior valore che ogni amministratore possa fare”. Aggiunge il presidente Orlando –
“Vogliamo rivolgere il nostro sentito ringraziamento a tutte le associazioni – conclude Orlando -che con il proprio impegno rendono possibile che il gesto di solidarietà di tanti cittadini si trasformi in uno strumento a tutela della salute pubblica nei 390 comuni dell’Isola”.

“Adotta un evento per Angelica”: la campagna di sensibilizzazione di Assojonica

Le associazioni aderenti alla Rete Assojonica promuovono una campagna di sensibilizzazione denominata ADOTTA UN EVENTO PER ANGELICA finalizzata ad alimentare la raccolta fondi per aiutare Angelica, la giovane ragazza di Roccalumera vittima di un tumore al cervello e per la quale è già attiva la raccolta sulla piattaforma Gofundme.

Angelica ad oggi ha già subito due interventi ed i fondi sin qui raccolti hanno garantito gli interventi sostenuti ed il ricovero nella struttura ospedaliera tedesca cui sono state affidate le sue speranze e quelle dei suoi familiari.

Lo scopo principale consiste nello stimolare la cittadinanza e la società civile a partecipare e promuovere tutte le attività possibili che consentano di raggiungere l’obiettivo del finanziamento dell’ulteriore intervento che dovrà affrontare e per sostenere gli oneri delle terapie innovative cui dovrà sottoporsi e della degenza clinica.

L’iniziativa prevede una prima fase per tutto il mese di agosto con l’adozione di un evento estivo già programmato affiancandosi con una raccolta fondi che favorisca la diffusione del messaggio; in particolare la campagna ha avuto avvio il 7 di agosto e si concluderà il 31 del mese con la presenza di un’associazione  in concomitanza di eventi della programmazione estiva (cartellone estivo di Santa Teresa di Riva, spettacoli ed eventi culturali programmati nei comuni di Sant’Alessio Siculo, Savoca, Furci Siculo, Roccalumera, Nizza di Sicilia e Alì Terme)

La seconda fase prevede, nei mesi a seguire, una serie di iniziative sempre finalizzate a varie raccolte fondi da canalizzare nella piattaforma dedicata.

Le associazioni che hanno aderito alla campagna sono ASD Roccalumera, ASD I Marinoti, AFI 011, Al  tuo fianco onlus, AIC  Sicilia, AISM Messina, Amici  della Natura  TARC, AVIS Santa Teresa Val d’Agrò,  AVIS Alì Terme, C.R.I. Roccalumera e  Taormina, Dispari onlus, Fidapa  Santa Teresa Valle  d’Agrò, Leo Club  Santa  Teresa  di Riva, Lions  Club  Santa  Teresa  di  Riva, Associazione culturale Marea, Postural Clinic Formazione, Riciclare è meglio che inquinare, Savoca sorride, Sikilia, Ulisse, Verba Volant.

Premio internazionale Padre Pio all’avv. Silvana Paratore

Un altro importante riconoscimento per l’avvocato messinese Silvana Paratore, insignita a Napoli del Premio Internazionale Padre Pio per quei segni concreti di testimonianza umana, culturale e cristiana che ella ha saputo donare nell’esercizio della sua attività di volontariato sociale.
La manifestazione promossa dall’Associazione Amici di Padre Pio gode del patrocinio della Regione Campania

Il Presidente dell’Ordine degli Architetti Falzea: bonus per ristrutturazioni difficili da applicare a Messina

Il Presidente dell’Ordine degli Architetti di Messina Pino Falzea lancia un grido d’allarme: “il Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34 (c.d. “Decreto Rilancio”) negli articoli che prevedono detrazioni fino al  110% sui i lavori da realizzare per sismabonus,  ecobonus, bonus facciate e ristrutturazioni, emanato dal Governo per il rilancio economico e sociale del nostro Paese, stremato dalla drammatica emergenza sanitaria da Covid-19, strategico per la ripresa del comparto dell’edilizia, rischia di non potere avere piena attuazione  in buona parte della città di Messina”.

“La città infatti – continua Falzea –  perimetrata per oltre il 70% all’interno della Zona di Protezione Speciale (ZPS),  circa 3 mila ettari di zone urbanizzate e in gran parte degradate, a causa di una non condivisibile  azione dei Dirigenti dell’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente che  hanno diffidato  il Comune di Messina a non rilasciare provvedimenti di V.Inc.A. (mitigando poi il provvedimento ed inasprendolo successivamente, per cui anche le insignificanti – dal punto di vista dell’impatto sull’ambiente – pertinenze quali tettoie, balconi ed altre piccole strutture non possono essere autorizzate perché costituirebbero nuova edificazione), e dell’adesione a tale azione da parte del Dirigente del Dipartimento competente del Comune di Messina che invece ha una competenza esclusiva sulle stesse valutazioni di incidenza, una molteplicità di  attività edilizie sono interdette.

Tutto ciò nonostante la Commissione per le Valutazioni di Incidenza Ambientali, egregiamente presieduta dall’Arch. Anna Carulli (Presidente Nazionale dell’Istituto di BioArchitettura) e che ha segnalato il problema agli ordini professionali anche attraverso un parere legale formulato dall’avv. Fabio Famà n.q. di componente della stessa commissione, continui ad esaminare e esitare i progetti con propria nota del 4/3/2020, e il Ministero dell’Ambiente, in risposta ad una lettera sottoscritta dall’intero comparto edile messinese, abbia chiarito che la procedura EU PILOT 673/2014/ENVI non disponga alcun blocco delle attività edilizie nelle Zone a Protezione Speciale interessate”.

“Inoltre – prosegue Falzea –  una vastissima porzione di territorio urbanizzato centrale della città di Messina è da quasi 10 anni congelata, una ex area industriale, oggi in parte svuotata dalle proprie funzioni originali: l’ampia zona ex Zir e Zis. Totalmente edificata, attende dal 2012 la redazione di un piano attuativo, uno di quegli strumenti urbanistici che nella nostra regione sottendono sempre iter interminabili, che tante volte non iniziano mai e pertanto non possono trovare conclusione. Ben 50 ettari di centro urbano, in gran parte degradato, che potrebbe ospitare funzioni direzionali, commerciali, abitative, artigianali, in un nuovo modello di città da rigenerare in maniera sostenibile e con qualità architettonica. Invece niente.

Una legge regionale impedisce qualunque processo di sviluppo e riqualificazione, la congela nel degrado e nell’abbandono, non permette investimenti che purtroppo vengono dirottati altrove”.

E qui l’amara considerazione del Presidente Falzea “l’’impressione è che si voglia deliberatamente minare la struttura economica di Messina e non permettere alla stessa di attrarre investimenti, nuove funzioni e pertanto nuovi abitanti. Non è possibile tollerare che interferenze della burocrazia vadano a colpire le opportunità per la ripresa dopo il Covid-19, opportunità che se ben utilizzate, porterebbero economia, lavoro ma anche qualità, bellezza e riqualificazione ambientale nella nostra città”.

“E’ necessaria pertanto – conclude Falzea – una forte iniziativa del Presidente Musumeci e dell’Assessore al Territorio e Ambiente Totò Cordaro, della Deputazione Regionale, del Sindaco e dell’Assessore all’Urbanistica, per rimuovere tempestivamente gli ingiusti e penalizzanti impedimenti posti dalla burocrazia regionale e comunale e/o da leggi non attuate e pertanto da riformare o abrogare. Messina non può restare a guardare mentre il resto del paese cresce. Tutto può e deve essere fatto nel rispetto dell’ambiente, ma niente può essere bloccato per prese di posizioni inutili che con la salvaguardia ambientale non hanno nulla a che vedere”.

VIVERE L’AMORE IN MODO CONSAPEVOLE E SICURO: DOPODOMANI CONFERENZA STAMPA

Si terrà giorno 13 febbraio con inizio alle ore 11:00 all’Università Telematica PEGASO di via Cavour, la conferenza di presentazione della campagna per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse (Mst) denominata “ TestiAMOci”. L’iniziativa curata dall’Osservatorio sui temi ed i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza “Lucia Natoli”, in collaborazione con il Centro di Servizio per il Volontariato (CESV) di Messina ed in sinergia con le Aziende Papardo- Piemonte e Policlinico di Messina è coordinata dall’avv. Silvana Paratore. Tra gli interventi previsti quello di Saro Visicaro  Presidente dell’Osservatorio per i minori “ Lucia Natoli, di Rosario Ceraolo componente del Direttivo del Cesv Messina,  del prof. Giovanni Pellicano’ responsabile dell’Ambulatorio di prevenzione, diagnosi e cura della malattia da HIV/AIDS presso l’U.O.C. Malattie infettive del Policlinico Universitario di Messina e della dott. Ssa Luisa Barbaro ostetrica -ginecologa. La campagna che ha già ottenuto l’adesione di diversi istituti scolastici per incontri finalizzati all’educazione sessuale, mira a vivere l’amore in modo consapevole e sicuro ed a prevenire patologie come l’AIDS . Essa si svolgerà in tutto il territorio della provincia dal 14 febbraio all’08 marzo  (date che racchiudono due feste “importanti” per le coppie: San Valentino il 14 febbraio e la Festa della Donna l’8 marzo).

AL VIA LA SEI GIORNI DI EVENTI AL CENTRO COMMERCIALE LA BRIOSA: MUSICA, STREET FOOD, MERCATINI NATALIZI SPETTACOLI DI CABARET E TANTA SOLIDARIETA’

Partecipata la conferenza stampa di presentazione degli eventi denominati Briosa Winter street food fest “ e “ Briosa Christmas Village” che si terranno al centro commerciale LA BRIOSA di Villafranca Tirrena in occasione del suo sesto anniversario,  nei fine settimana 13,14 e 15 dicembre e 20,21 e 22 dicembre.

Ad illustrare i dettagli del ricco programma di eventi tutti all’insegna della riscoperta della magia del Natale, della gioia dello stare insieme e della solidarietà, l’avv. Silvana Paratore che presenterà gli spettacoli serali caratterizzati da buona musica (dei gruppi musicali: Lear Queen tribute band, the club live band; collettivo kom; Al solito posto live band; I match music) e di sana ironia con diversi cabarettisti e comici provenienti dai programmi televisivi Italia’s got talenti, Made in Sud, La Sai l’ultima, Sicilia Cabaret, Insieme (Denny Napoli, Toti e Totino, Matranga e Minafò, Giuseppe Castiglia, I Falsi d’autore, Salvo La Rosa e Caccamo) . Nel corso delle serate ampio spazio sarà dedicato alla solidarietà sociale con delle raccolta fondi per il sostentamento delle spese mediche necessarie per Paolo Chillè il giovane messinese affetto da una rara forma di sarcoma ritenuto inoperabile in Italia ed attualmente ricoverato all’Oncology Sarcoma Center di Santa Monica in California ove si sottopone a cure costosissime e per l’acquisto di una speciale attrezzatura necessaria a muoversi con più autonomia per il piccolo Dylan Maceli affetto da tetraparesi spastica. Soddisfatto il Direttore Artistico della manifestazione Tonino Macrì per l’intenso lavoro di squadra che ha consentito di realizzare un cartellone ricco di iniziative adatte per ogni età. Non solo le prelibatezze dello street food, i mercatini di natale, l’arte in galleria ma per i piu’ piccoli, previsti dei laboratori di cioccolato e la casa di Babbo Natale. La musica della Briosa in motion live dj set e l’animazione al centro arricchiranno i pomeriggi a partire dalle ore 17:00. Il centro Commerciale La Briosa, ha dichiarato il Direttore Giuseppe Galletta, è diventato un luogo familiare in cui vivere emozionanti esperienze di shopping e incontrare tanta gente: un sito strategico per il territorio non solo per la sua offerta commerciale ma anche per le attività che si promuovono in campo culturale con eventi di generi diversi, dalla musica all’arte, dal sociale all’ambiente.IL BRIOSA WINTER STREET FOOD ED IL BRIOSA CHRISTMAS VILLAGE sono  occasioni ha aggiunto, in conferenza stampa,  il Sindaco di Villafranca Tirrena dott. Matteo De Marco,  per vivere sia da un punto di vista culturale che commerciale il territorio, consentendo a quanti saranno presenti tante e variegate opportunità per stare insieme e vivere appieno il periodo natalizio sul territorio.  Tale iniziativa  ha aggiunto l’ Assessore al turismo ed allo spettacolo dott.ssa Barbara Di Salvo,  rappresenta un importante volano di sviluppo e produttività.

L’ingresso agli spettacoli è gratuito