Spettacolo di solidarieta’ de “I Fikissimi” insieme al C.I.F. in favore del centro clinico Nemo Sud

” Aspettando il Natale” , è uno spettacolo di solidarietà promosso dall’associazione “I Fikissimi” presieduta da Massimo Pulitanò in collaborazione con la sezione di Messina del C.I.F.(Centro Italiano Femminile) presieduto da Vincenza Pernice e andrà in scena sabato 21 dicembre alle ore 20,30 al teatro Vittorio Emanuele. L’incasso della serata verrà interamente devoluto al Centro Clinico Nemo Sud. Ad esibirsi saranno “I Fikissimi”, medici e non, con la passione e il talento per la musica e per il teatro, conosciuti e amati dal pubblico messinese per le loro esibizioni storiche nello spettacolo “Medici in scena”. Stavolta I Fikissimi, Massimo Pulitanò, Cosimo Milone, Elvira Marsico, Rita La Paglia, Giovanna Genitori, Luisa Barbaro, Marcello Fatato, Santina Restuccia, Marco Milone, Gabriele Pulitanò, Giovanni Pulitanò insieme al centro danza di Jenny Ruggeri e con la partecipazione di Andrea Casablanca, Mario Casablanca, Angela Pistone, il Coro Polifonico San Nicolò diretto daNazzareno De Benedetto e il Corpo Bandistico di Contesse diretto da Giovanni La Fauci, daranno vita ad una grande festa di Natale con lo scopo di aiutare il Centro Clinico Nemo Sud. Presenteranno i giornalisti Letizia Lucca e Massimiliano Cavaleri.

per info e biglietti: 3202482492; 3356673767; 3403739792

CONFERENZA DI PRESENTAZIONE DI BRIOSA WINTER STREET FOOD FEST E DI BRIOSA CHRISTMAS VILLAGE

Mercoledi’ 11 dicembre alle ore 10:30, alla presenza del Sindaco dott. Matteo De Marco e dell’Assessore al turismo e spettacolo Barbara Di Salvo, si terrà alla Sala Giunta del Comune di Villafranca la conferenza stampa di presentazione della sei giorni di eventi denominati: “ Briosa Winter street food fest “ e “ Briosa Christmas Village” che si terranno al centro commerciale LA BRIOSA di Villafranca Tirrena in occasione del suo sesto anniversario, nei fine settimana 13,14 e 15 dicembre e 20,21 e 22 dicembre . I dettagli dell’iniziativa, con l’intervento del Direttore del Centro commerciale La Briosa Giuseppe Galletta, saranno illustrati da Tonino Macrì a cui è affidata la direzione artistica dell’evento e da Silvana Paratore che presenterà le serate evento in cui ampio spazio sarà dedicato alla solidarietà sociale (con raccolte fondi per Paolo Chillè e Dylan Maceli). A far da cornice all’iniziativa, la musica di Briosa in motion live con dj set, le prelibatezze dello street food, i mercatini di natale, l’arte in galleria e per i piu’ piccoli laboratori di cioccolato e la casa di Babbo Natale.  Ogni serata buona musica con l’irrompente sound dei Liar queen tribute band; dei “the club”; dei “ I Collettivo kom; della “ al solito posto band” ; dei “ i match music” e sana ironia col cabaret di Denny Napoli show; degli irriducibili Toti e Tonino; del duo Matranga e Minafò; di Giuseppe Castiglia; dei “ I falsi d’autore” e dello show degli incontenibili Salvo La Rosa e Carmelo Caccamo”in una storia tutta da ridere.

L’evento è patrocinato dal Comune e dalla Pro loco di Villafranca Tirrena

CapisciAMe e TaggaTagga, sono le due App progettate dall’Ing. Mulfari per favorire la comunicazione e l’accessibilità dei luoghi ai disabili

In un mondo sempre più “connesso” e tecnologico, nel quale con un semplice clic è possibile raggiungere luoghi e persone distanti, c’è chi, grazie alla sua mente brillante, può offrire un aiuto importante ai disabili, grazie a delle App a portata di smartphone. E’ il caso di Davide Mulfari, ingegnere informatico 34enne, Responsabile Unità di staff “Assistive Technology for Special Needs” dell’Università di Messina e dottorando presso l’Ateneo di Pisa.
Affetto da disabilità motorie con disartria, un disturbo neurologico che gli impedisce di articolare in modo chiaro vocali e consonanti, Davide si muove in carrozzina e per dialogare con gli altri e realizzare i suoi progetti di vita ha deciso di aguzzare l’ingegno. Ha vinto la sua sfida progettando (con l’equipe pisana) “CapisciAMe”, prima App gratuita italiana a riconoscimento vocale che consente di semplificare i rapporti fra l’Internet delle cose e le persone, favorendo le possibilità comunicative di coloro i quali sono affetti da disabilità linguistica.
La conquista di questa applicazione a misura di diversamente abile è passata da una donazione: quella della propria voce. Per allenare il sistema di intelligenza artificiale, infatti, Davide chiede a chiunque è affetto da disartria le proprie parole. Il contributo essenziale per comandare un computer è fondato su 13 parole in tutto: alto, basso, sinistra, destra, apri, chiudi, avanti, indietro, entrata, uscita, okay, tappa e volume. Il feedback ottenuto dopo l’addestramento ed il contributo dei soggetti disartrici potrà, ulteriormente, essere utile per implementare il numero dei comandi vocali.
Cavalcando la spinta emotiva generata dai risultati di “CapisciAMe”, Davide non si è fermato qui ed ha ideato l’App mobile “TaggaTagga” (anch’essa gratuita), in collaborazione con il prof. Massimo Villari,  ordinario di Informatica  dell’Ateneo peloritano.
“TaggaTagga” è un’applicazione sviluppata per venire incontro ai reali bisogni di coloro che vorrebbero poter disporre di un vero aiuto quando devono raggiungere un posto che non conoscono. Si tratta, dunque, di uno strumento smart in grado non solo di fornire informazioni relative parcheggi riservati, localizzazione degli ascensori ma anche di indicare, intercettando comandi vocali, il posto più vicino che risponde alle proprie esigenze ed ai migliori criteri di accessibilità per i disabili. Alla base delle informazioni sull’accessibilità dei luoghi vi è una sezione dell’app che permette la georeferenziazione dei singoli punti e l’inserimento di note che ne qualificano in dettaglio l’accessibilità. In tal modo, l’utente stesso o persone incaricate, potrebbero occuparsi di arricchire e personalizzare l’archivio delle informazioni.
“CapisciAMe” è scaricabile dal Play Store di Google, mentre “TaggaTagga” è disponibile per dispositivi Android ed iOS. Entrambe le App, nel contesto open source attuale, possono rivestire un grande ruolo per il futuro delle persone con disabilità, celebrate recentemente nella Giornata Internazionale a loro dedicata.

Il 13 al Teatro Annibale tornano gli “Esoscheletri” con “Hamlet, The Black Gothic Tragedy”

A fine settembre sono stati in scena al Parco archeologico di Lilibeo-Marsala. A novembre sono stati a Catania sul palcoscenico del MUST Musco Teatro. A inizio dicembre sono andati in performance al Real Teatro Santa Cecilia di Palermo. E ora si apprestano a tornare sul palco della loro città, Messina.

I performer di EsosTheatre – Il Teatro degli Esoscheletri di Sasà Neri sono i protagonisti del prossimo titolo della Stagione della Luna. “Hamlet. The black, gothic tragedy” è in cartellone venerdì 13 dicembre al Teatro Annibale alle ore 18 e alle ore 21 (prezzo unico 12 euro, Info e prenotazioni tel. 340.9391685), ma anche, nella stessa giornata, in doppia matinée per le scuole.

E tutto cambia rispetto all’Amleto proposto qualche anno fa. Cambia la drammaturgia che, pur ispirandosi a Shakespeare, è “tradotta” nello stile evocativo degli Esoscheletri. Cambiano alcuni dei protagonisti e cambia il focus della storia, che diventa un vero e proprio viaggio ai confini della follia. Cambiano infine le suggestioni musicali. New entry assoluta è “La pulce d’acqua” di Branduardi mentre alcuni dei brani storicamente presenti su base nelle rappresentazioni EsosTheatre vanno ad arricchire il carnet di canzoni suonate e cantate dal vivo in questo spettacolo: si tratta di “Murder song” di Aurora, “Another love” di Tom Odell e “Scarborough fair” di Simon & Garfunkel che si aggiungono, solo per citare i brani principali, a “Once upon a dream” di Lana del Rey, “You raise me up” di Josh Gobran, “There is a light” degli U2, “A woman’s game” di Karliene.

Con Sasà Neri alla regia, Giulio Decembrini alla direzione musicale e Chiara Caravella vocal coach, sul palco del Teatro Annibale di Messina saliranno Giacomo Cimino protagonista nel ruolo del titolo, Martina La Rosa in quello di Ofelia, Riccardo Ingegneri nei panni del re malvagio, Claudio, e Alice Ingegneri in quelli di Gertrude. Con loro Leonardo Mercadante, Simone Siclari, Marco Blandina, Viviana Romano, Giorgio Galipò, Alice Camardella, Ninetta Napoli, Chiara Frisone, Marina Cacciola, Damiano Gatto, Gabriele Giliberto, Alberto Zaccaro, Simona Anastasio, Lara Intelisano, Carol Minutoli, Ramona Muffari, Ferdinando Crisafulli, Gaia Barilà, Aurora De Domenico, Eleonora Mondello, Cristina Pulejo, Giuliana Quinci, Sabrina La Bella, Maria Ferlazzo, Annalisa Manfredi, Elisa Messina. Dino Costa (DMarketing) è fotografo e videomaker on stage.

Dal 20 al 22 l’ISM 2019, Rassegna Internazionale delle competenze

È tutto pronto per la seconda edizione dell’International Skills Meeting – Rassegna Internazionale delle Competenze (ISM2019) che, dal 20 al 22 novembre, animerà l’intero plesso centrale dell’Università degli Studi di Messina. Già oltre 5.000 i partecipanti iscritti alle attività dell’evento tra studenti degli istituti scolastici della Sicilia e della Calabria, studenti universitari e studenti del Conservatorio, giovani laureati e professionisti, docenti, personale amministrativo, micro, piccole e medie imprese, organizzazioni no-profit e associazioni giovanili.

ISM2019 è una manifestazione dedicata all’Orientamento, alle Competenze, alla Formazione e al Lavoro, promossa da Centro Orientamento e Placement dell’Università di Messina, Associazione Bios, Ente Regionale per il Diritto allo Studio Universitario di Messina, Conservatorio “Arcangelo Corelli”, Fondazione Albatros e Centro Eurodesk Messina, in collaborazione con Associazione ALuMnime, Invitalia, Eurodesk Italy, Anpal Servizi, EURESSicilia, Associazione Giovani nel Mondo, AVIS Messina, GEOLOGIS s.r.l., Stretto In Carena, Maendeleo for Children APS e SME System srl.

All’evento inaugurale – che si svolgerà nell’Aula Magna dell’Ateneo Peloritano il 21 novembre alle ore 09.00 – il Rettore, prof. Salvatore Cuzzocrea e la prof. Roberta Salomone, presidente del COP UniMe, accoglieranno gli studenti degli istituti superiori provenienti dalla Sicilia e dalla Calabria. Per rappresentare il lavoro sinergico che ha portato alla realizzazione di ISM2019, porteranno i saluti istituzionali Roberto Lagalla, Assessore Istruzione e Formazione professionale Regione Siciliana, Carmen Lo Cascio, Commissario ERSU – Ente Regionale per il diritto allo Studio Messina, Giuseppe Ministeri, Presidente Conservatorio “Arcangelo Corelli” e Paolo Bitto, Presidente Fondazione ITS Albatros.

L’incontro, moderato da Giulia Colavecchio, vicepresidente dell’Associazione Bios e coordinatrice del Centro Eurodesk Messina, proseguirà con l’intervento di tre eccellenze Messinesi: Emanuela Mastronardo, Marie Curie Ambassador; Marcello Mastrojeni, Direttore INPS Messina e Cettina Donato; Compositrice, Arrangiatrice e Direttore d’Orchestra che, con la metodologia dello storytelling, racconteranno ai partecipanti la loro esperienza di studio e lavorativa.

Molteplici gli obiettivi perseguiti, che si rispecchiano nelle innumerevoli attività che si svolgeranno nei tre giorni della rassegna, in particolare ISM2019 si propone di:

ORIENTARE i giovani fornendo loro strumenti utili per una scelta consapevole rispetto al successivo percorso di studio;
AVVICINARE i laureandi, i laureati e gli studenti al mondo del lavoro offrendo informazioni, strumenti e opportunità lavorative e di tirocinio in Italia e all’estero;
INFORMARE i giovani e gli adulti delle opportunità di mobilità, volontariato internazionale e apprendimento permanente;
FORNIRE strumenti per l’accrescimento di competenze professionali e trasversali;
FAVORIRE il lavoro autonomo e l’autoimprenditorialità.
La manifestazione si articola in una parte espositiva dedicata all’orientamento, un’area di recruitment, dedicata ai colloqui di lavoro, ed una parte formativa che comprende oltre 30 incontri tra seminari e workshop a cura di docenti universitari e professionisti, il cui scopo è quello di fornire ai partecipanti gli strumenti necessari per implementare competenze utili per un futuro formativo e lavorativo di successo.

UNIFIL: siglato accordo tra Università italiana e libanese

Il Contingente Italiano di UNIFIL promuove la nascita di un ponte per la cultura tra le due sponde del Mediterraneo

Il Contingente Italiano in Libano, attualmente su base Brigata Aosta, ha promosso assieme all’Istituto Italiano di Cultura (IIC) di Beirut la sigla di un Accordo di collaborazione tra l’Universitá degli Studi di Messina e la Lebanese University (LU) di Beirut.

Tale Accordo, favorito dai militari italiani e curato dal prof. Antonino Germanà dell’Università di Messina e per gli aspetti procedurali dalla dott.essa Monica Zecca, direttrice dell’IIC e Addetta Culturale dell’Ambasciata d’Italia in Libano, avrà durata quinquennale e prevederà la possibilità di immatricolare ed ospitare annualmente, a spese dell’Università peloritana, 4 studenti provenienti dalle province di Tiro e Bint Jubayl, due delle principali municipalità del settore di competenza del Contingente Italiano che opera nel sud del Libano. L’iniziativa, oltre a consolidare le opportunità di scambio culturale e di aggregazione sociale tra Italia e Libano, consentirà scambi di conoscenze nel campo della ricerca scientifica e servirá a promuovere e diffondere la lingua e la cultura italiana, attraverso l’organizzazione di corsi di lingua e di eventi culturali per favorire la circolazione delle idee, delle arti e delle scienze.

In tale ambito, con la sottoscrizione del documento da parte del prof. Salvatore CuzzocreaMagnifico Rettore dell’Universitá di Messina, e del prof. Fouad Ayoub, Presidente della Lebanese University, si é da subito concordato di attivare, nelle prossime settimane, due corsi di lingua italiana nelle sedi universitarie di Tiro e di Bint Jubail, finanziati dal Contingente Italiano e dall’Istituto Italiano di Cultura, per consentire la familiarizzazione con la lingua italiana a quegli studenti che potrebbero essere selezionati per la frequenza universitaria in Italia.

In Libano, il Contingente Italiano è ormai parte integrante della comunità locale. Per questo, nell’ambito dei progetti di Cooperazione Civile e Militare (CIMIC), i peacekeepers italiani sono parte diligente del cosiddetto “Sistema Paese”, unitamente ad altri attori del mondo istituzionale e delle imprese italiane. Difatti, da tempo, su richiesta delle Autoritá libanesi, portano avanti corsi di lingua italiana e progetti di assistenza alla popolazione locale, incentrati sugli scambi culturali tra i due Paesi del Mediterraneo, nonché progetti complementari a iniziative lanciate da altre istituzioni dello Stato, quali l’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

Per il Generale Bruno Pisciotta, comandante del Contingente nazionale di UNIFIL, si è trattato di “un successo strategico che si inserisce nel quadro più ampio dei progetti di cooperazione tra Italia e Libano”. Iniziative di questo genere vanno ad inserirsi in più ampi programmi avviati e in fase di finalizzazione da parte dell’Italia e coordinati dall’Ambasciata d’Italia a Beirut

Oggi al Thalatta la neo associazione “I Fikissimi”, presenta l’evento benefico “La stanza dei sogni”

 I Fikissimi, gruppo artistico noto al pubblico messinese per aver preso parte a  numerose edizioni del seguitissimo spettacolo  “Medici in scena”, promosso dall’AMMI sezione di Messina, presenta alla città la sua nuova veste.  Grazie all’amicizia nata in questi anni tra i vari componenti del gruppo fondata  sulla  comune passione per l’arte e su  uno spiccato senso di solidarietà, nasce l’associazione culturale “I Fikissimi”, gruppo composto principalmente da medici con una grande passione e un indiscusso talento per il canto, la musica, la recitazione e il cabaret. Lo scopo di questa associazione è quello di  portare avanti l’impegno nel sociale mettendo a disposizione  il talento artistico di ognuno dei componenti. L’associazione è così composta: Massimo Pulitanò, presidente,  Giovanna Genitori, vice presidente, Francesca De Domenico, presidente onorario,  Cosimo Milone, segretario, Francesco D’Arrigo, tesoriere, Rita La Paglia, Luisa Barbaro, Katia Bevacqua, Elvira Marsico e Salvatore Signorino, consiglieri, Santina Restuccia e Francesco Calogero, revisori dei conti e Letizia Lucca, addetto alle relazioni esterne.  Arte e solidarietà dunque saranno i due ingredienti che condiranno  ogni evento che il gruppo proporrà. A tal proposito i Fikissimi hanno organizzato come primo evento pubblico “La stanza dei sogni”, spettacolo con cena che si svolgerà venerdì 8 al Circolo Canottieri Thalatta, presieduto da Silverio Magno,   con il duplice obiettivo di presentare la nuova associazione ma principalmente per  aiutare una bambina colpita da una terribile malattia che l’ha costretta ad un delicatissimo intervento e ad una lunga degenza riabilitativa. A breve questa sfortunata bimba tornerà a casa e nonostante le sue condizioni lotta ogni giorno con una forza e un coraggio che poche volte si vedono persino negli adulti.  La storia di questa bimba ha tanto colpito i cuori di tutti che i Fikissimi hanno deciso di donarle un sorriso. Grazie ai fondi che si raccoglieranno in questo evento verrà regalata a questa bimba  una stanzetta nuova con le attrezzature mediche a lei necessarie. Sarà una sorpresa che i Fikissimi le faranno al suo rientro a casa dopo ben due anni di assenza. L’appuntamento è per venerdì 8 alle 19,30 al circolo Thalatta.

SABATO 9 E DOMENICA 10 NOVEMBRE MESSINA SPOSI AL ROYAL PALACE HOTEL

Omaggi, Selfie/Ricordo, Incontri, Degustazioni, Show Moda. Un week end dedicato alle  nozze moderne ed alle tendenze 2020 e  suggestivi amarcord con “fiori d’arancio della tradizione siciliana”.

Raccontare in un percorso ricco d’ atmosfera il  mondo del matrimonio visto da tutte le aree: Life Style, Moda, Bellezza, Design, Food, Casa, un viaggio reale e un po’ immaginario per organizzare  nozze molto speciali.

Cosi si annuncia Messina Sposi che per la 15esima edizione ritorna con ingresso libero sabato 9 e domenica 10 novembre al Royal Palace Hotel.

Suggestiva sarà l’atmosfera dell’evento all’interno del quale  sarà possibile scoprire il matrimonio proposto in due versioni: quello contemporaneo con un’esposizione completa, importante, dedicata a tutte le novità del  fashion wedding 2020 dalle nozze alla casa e  quello “storico” con  una mostra amarcord sulle tradizioni delle nozze siciliane alla quale parteciperà con un’esposizione di abiti ispirati all’800 anche  il liceo artistico  E. Basile di Messina.

Più che una mostra Messina Sposi sarà un vero e proprio evento con tanti momenti dedicati anche ad un pubblico vario, desideroso di conoscere le novità provenienti da tanti settori.

Sabato 9 novembre, dopo l’inaugurazione delle 16, sarà offerta al pubblico una degustazione di torte nuziali. Alle 17,30 nel salotto di Messina Sposi la wedding planner Paola Canale discuterà con le coppie  su “Come nasce l’evento perfetto”, ma anche su come si apparecchia la tavola in una ricorrenza importante e fornirà tanti consigli di stile e creativi anche ai tanti appassionati delle “buone maniere”. Per partecipare occorre prenotarsi inviando un messaggio alla pagina  FB di

E – Motion Messina. https://www.facebook.com/emotionmessina/

Domenica 10 alle ore 11 decorazione live di una wedding cake  con degustazione del dolce, Alle 17 un incontro su il make della sposa, tendenze 2020.

Nel corso dell’evento previsti inoltre show  live di abiti per gli sposi, omaggi per i visitatori e simpatici  selfie  ricordo per tutti i visitatori che scatteranno una fotografia davanti al “photobooth”.

Abbinata a Messina Sposi è la mostra fotografica “Il Matrimonio Ieri”, un suggestivo amarcord sull’affascinante mondo delle nozze in Sicilia rivisitato con immagini provenienti dall’archivio dell’indimenticato fotoreporter Michelangelo Vizzini, foto delle orchestre, di torte nuziali preparate da  noti pasticceri messinesi, scatti di nozze celebrate in piccoli paesi con usi e “costumi”  affascinanti e alcuni pressochè scomparsi come “la stima delle nozze.”

L’evento sarà inaugurato sabato 9 novembre alle 16 dal presidente della Confesercenti di Messina Alberto Palella. Prevista anche un’iniziativa di solidarietà in favore della Mensa di Sant’Antonio. Messina Sposi potrà essere visitata sabato 9 dalle  16 alle 21 e   domenica 10 dalle ore  10 alle 13 e sempre dalle  16 alle 21.

Numerosa partecipazione di pubblico all’incontro per la 14° “Giornata nazionale del cane guida”

i è tenuta nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze veterinarie dell’Università di Messina, la 14° Giornata Nazionale del Cane Guida.

L’evento “La tua zampa, la mia mano……la nostra storia”, organizzato e moderato da Linda Legname, Presidente del Centro Helen Keller, e dalla prof.ssa Biagina Chiofalo, Ordinario di Nutrizione e Alimentazione Animale del Dipartimento di scienze, ha visto la partecipazione di oltre 350 persone tra Autorità, Presidenti delle sezioni e Istituti per ciechi d’Italia, docenti e studenti.

I lavori sono stati aperti dalla prof.ssa Chiofalo che ha fatto un breve excursus delle numerose attività che da molti anni impegnano la comunità del dipartimento di Scienze Veterinarie a sostegno del Centro Helen Keller, un impegno che ha portato alla stipula di una convenzione tra l’Università di Messina in nome e per conto del dipartimento di Scienze Veterinarie e il centro Helen Keller.  

Il Direttore del Dipartimento di Scienze Veterinarie, prof. Giuseppe Piccione ha portato il saluto del Dipartimento sottolineando le iniziative che il dipartimento ha messo in atto e che sta portando avanti per il Centro Helen Keller.

Il Presidente dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, dott. Mario Barbuto, ha ringraziato il dipartimento per l’assistenza medica specialistica ai cani guida di proprietà del centro e per il supporto costante delle professionalità che operano all’interno del dipartimento.

Il dott. Fabrizio La Rocca, ha portato il saluto dell’Assessore Regionale alla famiglia, Antonio Schiavone. L’iniziativa è stata caratterizzata dalla proiezione del video sulle attività del Centro e dalle testimonianze di puppy walker, tra cui studenti del CdL in Medicina Veterinaria e famiglie, di destinatari dei cani guida e degli istruttori del Centro H. Keller. 

Ha chiuso la Giornata la Presidente del Centro, Linda Legname, ringraziando la prof.ssa Chiofalo ed il Dipartimento di Scienze Veterinarie per aver ospitato una giornata memorabile ricca di contenuti e di partecipanti appassionati.

Un sorriso per una vita: domani la presentazione

Domani, sabato 12 ottibre, ore 10,30, sala ovale di palazzo Zanca, conferenza stampa di presentazione dello spettacolo di beneficienza “Un sorriso per una vita” di Eduardo Bonetti. Quest’anno il ricavato andrà alla LILT ( lega italiana lotta ai tumori). Numerosi gli artisti che parteciperanno allo spettacolo: Gianni Nazzato, Carlo Kaneba, Edo Graziani, Paola Miraglia, Francesca Morabito, i giovani pianisti Carlo e Ferdinando Orlandi, i Parsiphal ( Pooh cover band) ed altri ancora. La regia è di Maurizio Formicola, condurranno Letizia Lucca e Massimiliano Cavaleri.
Alla conferenza stampa di domani saranno presenti: Eduardo Bonetti, Il prof Pietro Spadaro (vice presidente LILT Messina), Letizia Lucca, Massimiliano Cavaleri, Maurizio Formicola.