Convegno “Libertà di cronaca, diritto all’oblio e dignità della persona”

Convegno “Libertà di cronaca, diritto all’oblio e dignità della persona”

Venerdì 3 maggio, in occasione della Giornata Mondiale della libertà di stampa, si svolgerà, alle ore 16.30 presso l’Auditorium della Gazzetta del Sud, un convegno sul tema “Libertà di cronaca, diritto all’oblio e dignità della persona”, organizzato dall’Associazione Alumnime, dal Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Messina e dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Messina, con il patrocinio di Ses Gazzetta del Sud – Giornale di Sicilia e dell’Associazione Nazionale Magistrati.

La scelta del tema prende spunto dall’ordinanza  con la quale la Terza Sezione Civile della Corte di Cassazione ha ritenuto di rimettere al Primo Presidente della Corte, per l’eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la questione “concernente il bilanciamento del diritto di cronaca – posto al servizio dell’interesse pubblico all’informazione – e del c.d. diritto all’oblio – posto a tutela della riservatezza della persona”. Un bilanciamento, si legge nell’ordinanza, che “incide sul modo di intendere la democrazia nella nostra attuale società civile, che, da un lato fa del pluralismo delle informazioni e della loro conoscenza critica un suo pilastro fondamentale; e, dall’altro, non può prescindere dalla tutela della personalità della singola persona umana nelle sue diverse espressioni”.
Ai giudici della Suprema Corte è, perciò, apparsa indifferibile l’individuazione di criteri univoci che consentano agli operatori di conoscere preventivamente i presupposti in presenza dei quali un soggetto ha diritto di chiedere che una notizia pur legittimamente diffusa in passato, non resti esposta a tempo indeterminato alla possibilità di nuova divulgazione.
Sul tema interverranno eminenti studiosi ed esperti della materia provenienti dall’accademia, dalla magistratura e dal mondo delle professioni al fine di indicare a tutti gli operatori del settore le più opportune linee di condotta.
Dopo l’introduzione dell’amministratore delegato e direttore editoriale di SES Lino Morgante e del rettore dell’Ateneo messinese Salvatore Cuzzocrea, porgeranno i saluti la presidente di Alumnime prof. ssa Patrizia Accordino, il presidente dell’Ordine degli avvocati di Messina Vincenzo Ciraolo e la dott. ssa Maria Militello presidente della sezione distrettuale dell’Anm. Le relazioni introduttive sono affidate al prof. Angelo Federico, ordinario di Diritto Privato dell’Ateneo messinese e al dott. Alessandro Notarstefano, direttore responsabile della Gazzetta del Sud. A seguire gli interventi del prof. Luigi D’Andrea, ordinario di Diritto Costituzionale e direttore della Scuola di Specializzazione per le Professioni Legali dell’Università di Messina, del dott. Marco Romano, vicedirettore del Giornale di Sicilia e dell’avv. Francesco Scalia, componente del Consiglio di disciplina dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia. Le riflessioni conclusive sono, invece, affidate al dott. Fabrizio Di Marzio, consigliere della Corte di Cassazione e direttore della rivista Giustizia Civile. Modererà i lavori il giornalista Franco Cicero, già caporedattore di Gazzetta del Sud e componente del collegio dei probiviri della Federazione nazionale della Stampa italiana.
Il comitato scientifico del convegno, che costituisce per i giornalisti evento formativo di carattere deontologico, è composto dai docenti dell’Ateneo messinese Antonio Baglio e Francesco Rende, dalla giornalista della Gazzetta del Sud Natalia La Rosa e dall’avv. Carlo Carrozza, componente del consiglio dell’Ordine degli avvocati di Messina.

Sono previsti 3 CFU per gli avvocati e 5 CFU di deontologia per i giornalisti che parteciperanno all’incontro.

redazione