Domenica al PALACULTURA ALESSIO PIANELLI e ANDRIY DRAGAN

Domenica 10 dicembre, al Palacultura Antonello alle ore 18 per la 97° Stagione Concertistica della Filarmonica Laudamo imperdibile appuntamento musicale con due fra i più acclamati talenti della nuova generazione: ALESSIO PIANELLI al violoncello e ANDRIY DRAGANal pianoforte. In programma musiche di Bach, Sollima, Hindemith, Brahms.Il concerto è realizzato in collaborazione con la factorysiciliana Almendra Music.

 

ALESSIO PIANELLI, violoncellista e compositore siciliano, classe 1989, si diploma giovanissimo con lode al Conservatorio “V. Bellini” di Palermo sotto la guida di Giovanni Sollima.  Luigi Fait lo definisce «un asso del violoncello». Lo confermano le molte vittorie in concorsi nazionali e internazionali. Fin da giovanissimo condivide il palco con M. Brunello, G. Tavares, G. Sollima, I. Monighetti, T.Demenga, S. Simionescu.

Suona da solista con orchestre sinfoniche e da camera quali la Jugend Basel KammerorchesterBirseck, Arkedemos ensemble, Gli Armonici.

Dal 2013 ha iniziato un progetto a lungo termine con la innovativa factory siciliana Almendra Music, da cui sono nate le produzioni e pubblicazioni di Prélude (2014), e la “instant production” Hindemith, Beethoven, Brahms” (2016) in duo con il pianista Mario Montore. Del 2017 è l’uscita di Sulla Quarta, seconda tappa del progetto di sei album attorno alle Suite di J.S.Bach.

 

ANDRIY DRAGAN, pianista,ha vinto il Credit SuisseJeunesSolistes Award 2009. Il suo debutto pianistico è stato trasmesso su Swiss Radio, e ne stato pubblicato un CD. Quindi ha partecipato ai più importanti festival internazionali, fra cui Menuhin Festival Gstaad, Festival of Verbier, La Roque d’Antheron, Piano Campus Cergy-Pontoise, Lucerne Festival,Rheingau Festival, MusiksommeramZürichsee, Adelboden Chamber Music Festival, Annecy Festival e molti altri.

 

Prossimo concerto per la stagione della Filarmonica Laudamo, domenica 7 gennaio 2018, Palacultura Antonello ore 18, protagonista l’apprezzatissimo pianista ALESSANDRO MARINO.In programma musiche di Raff, Beethoven, Liszt, Gershwin, Alkan, GottschalkIl concerto è realizzato in collaborazione con la IBLA Foundation di New York