Giubileo Lauretano e sosta anche a Messina del Simulacro della Vergine Madre di Loreto

Nell’ambito del Giubileo Lauretano, il Simulacro della Vergine Maria di Loreto ha fatto sosta per due giorni dal 06 al 07 marzo 2021 presso la Basilica di Sant’Antonio di Messina presso i padri Rogazionisti che tra un mese circa vivranno l’apertura dell’anno Santo per la fondazione della Basilica santuario di Sant’Antonio.

Un evento che ha portato insieme al personale dell’Aeronautica Militare, nell’occasione rappresentata dai militari in servizio al Teleposto Meteorologico di Messina, un segno indelebile di fede e di preghiera, per un risveglio spirituale e di appartenenza a Maria, madre di Dio e della Chiesa, col titolo di Vergine Lauretana.

Il simulacro, normalmente custodito nella Chiesa del 41° Stormo e dell’Aeroporto di Sigonella, con la sua presenza, ha voluto riunire intorno a Lei, in questo periodo di Pandemia, la vera comunione e spirito di appartenenza al popolo di Dio in cammino verso la Pasqua del Signore. I fedeli che in questi due giorni si sono prostrati dinanzi alla Vergine Maria di Loreto hanno dimostrato non solo il rispetto e il decoro alla situazione di emergenza sanitaria che l’Italia e il mondo intero sta vivendo con sofferenza, ma ha saputo dare con amore il rispetto e la testimonianza di una fede adulta e pensata, anche le lacrime che i fedeli presenti, gli ammalati, i giovani e le famiglia hanno rivolto e donato a Lei, alla Vergine Santissima per ottenere le sospirate grazie e per la salute del corpo e dello spirito, erano cariche di speranza e di vita. Accogliamo, ha detto  DON Paolo Solidoro, Cappellano militare di Sigonella e degli enti militari della Sicilia orientale che ha Celebrato insieme a Don Mario la S. Messa, da questi piccoli ma intensi momenti, la forza per camminare insieme a Maria, per non sentirsi soli, e non essere in balia della tempesta. Presenti alla Basilica Santuario di Sant’Antonio dei Padri Rogazionisti, i Marescialli Giovanni Capodivento e Renato Cancelliere del Teleposto di Messina, l’avv. Silvana Paratore segretario regionale Sicilia dell’Associazione Tutela Forze Armate, i rappresentanti dell’associazione Frecce Tricolore consigliere Salvatore Bombardieri e il socio Gravina Luigi, il C. V. Rosario Marchese comandante in seconda della Capitaneria di Porto di Reggio Calabria.