Gli assessori Trimarchi e Musolino rilanciano promozione e sviluppo culturale del territorio. Svolto Tavolo tecnico a Palazzo Zanca

Gli assessori Trimarchi e Musolino rilanciano promozione e sviluppo culturale del territorio. Svolto Tavolo tecnico a Palazzo Zanca

Linee guida, promozione, gestione e valorizzazione dei Beni culturali di particolare interesse storico e archeologico, al centro di un tavolo tecnico indetto dagli assessori alla Cultura e al Turismo Roberto Vincenzo Trimarchi e Dafne Musolino. L’incontro di stamattina a Palazzo Zanca, al quale ha partecipato il neo Sovrintendente per i Beni Culturali e Ambientali di Messina Mirella Vinci, ha riunito numerosi rappresentanti di associazioni culturali della Città. 
Obiettivi del tavolo, il recupero delle aree nell’ambito di un piano di promozione per lo sviluppo turistico – culturale del territorio attraverso una programmazione che segua anche criteri di prospettive occupazionali. ‘’Orientare lo sviluppo e l’offerta turistica verso principi di sostenibilità e tutela del patrimonio esistente rientra nei nostri compiti istituzionali ma è soprattutto espressione di sensibilità e appartenenza al territorio da custodire e preservare’’, così l’assessore alla cultura Trimarchi nel corso della riunione tecnica di oggi, servita ad evidenziare il ”concetto di cultura intesa come leva strategica di sviluppo locale” ha sottolineato l’assessore Musolino. 
La Chiesa di Santa Maria della Scala o della Valle ‘’Badiazza’’ destinataria qualche giorno fa, della targa commemorativa per la partecipazione all’edizione 2018 del censimento nazionale dei luoghi italiani del Cuore da non dimenticare promosso dal Fondo Ambiente Italiano FAI, è stato uno dei temi ruotanti all’incontro, dal quale è emersa la necessità di un sopralluogo presieduto dal Comune di Messina, Soprintendenza e S.p.a Messinaservizi Bene Comune. L’accertamento che avrà luogo nell’area il prossimo venerdì, 12 luglio, punterà ad una verifica dello stato dei luoghi per avviare un percorso di riqualificazione dell’aera monumentale della Badiazza, attualmente in penose condizioni di degrado .

redazione