“Rischio sismico e patrimonio monumentale” tema di un incontro all’Ordine degli Architetti con l’ing. Leonardo Santoro

Si è tenuto il 28 settembre, presso la sede dell’Ordine degli Architetti, il Seminario “Rischio sismico e patrimonio monumentale”, evento organizzato in collaborazione con l’Ordine Regionale Geologi e incentrato in questa prima giornata nella figura dell’ing. Leonardo Santoro.

Elemento fondante del seminario è stato la constatazione del continuo verificarsi di crolli disastrosi ed irreversibili che ad ogni crisi sismica investono i Beni Monumentali; Chiese, Palazzi d’epoca e Monumenti continuano a crollare a seguito di eventi anche di media intensità, nonostante da circa trent’anni si cerchi di definire linee guida progettuali e tecniche di miglioramento sismico. Per questo è necessario approcciarsi correttamente all’analisi della vulnerabilità sismica che li caratterizza.

Dopo i saluti del Presidente e Vice Presidente dell’Ordine con delega alla formazione, rispettivamente arch. Pino falzea e arch. Anna Carulli, è stata la volta dell’ing. Leonardo Santoro che sul “Rischio sismico e patrimonio monumentale”, titolo anche del suo ultimo libro, ha improntato la conversazione e il dibattito finale.

La conversazione ha trattato i contenuti di Linee guida, direttive e metodologie vigenti emanate in coerenza alle Nuove norme tecniche, per la valutazione, la classificazione e la mitigazione del rischio sismico del patrimonio monumentale e culturale.

Innovativo nell’impostazione e nel corredo documentale, il libro di Santoro fornisce una raccolta di strumenti e metodiche per la determinazione della vulnerabilità sismica, la rilevazione del danno e la valutazione dell’agibilità della fabbrica monumentale a seguito di evento sismico. Vengono esposti criteri e metodiche per consentire l’individuazione della classe di rischio sismico che caratterizza il patrimonio monumentale e gli edifici storici, secondo le Linee guida ministeriali.

Il volume fornisce un utile supporto tecnico per tutti coloro che operano nell’ambito delle emergenze sismiche, nel campo della didattica di settore e per i tecnici che si cimentano nella progettazione antisismica svolgendo la complessa attività volta a certificare, in emergenza ed in fase di ricostruzione, la gravità del danno riscontrato, le cause che lo hanno generato, le soluzioni più idonee per il recupero del bene monumentale, attraverso efficaci interventi di miglioramento sismico.