SiCobas: ora basta cu stu babbiu, vogliamo casa, lavoro e dignità!

SiCobas: ora basta cu stu babbiu, vogliamo casa, lavoro e dignità!

“Dopo il periodo della Pandemia tutte le situazioni in sospeso tornano a battere insistentemente – scrive il fronte Popolare Autorganizzato- SI Cobas Messina.

“Per troppi mesi – proseguono nella nota – questa emergenza ha distolto l’attenzione dai problemi che affliggono questa città, problemi che adesso tornano all’ordine del giorno e chi governa questa città non può evitare di affrontare.

Nonostante il Covid-19 abbia generato licenziamenti e cassa integrazione per molti lavoratori, spingendo 12.000 nuove famiglie messinesi a rischio povertà, si continua ad affidare i servizi pubblici della città a ditte esterne tramite gare d’appalto pubbliche, a causa della carenza di idonee professionalità locali. Ed a pagarne le conseguenze sono sempre gli stessi: disoccupati e precari.

E proprio per tali ragioni, pretendiamo che le Istituzioni facciano scelte che non si basino più su presupposti di profitto. 

Al contrario le scelte di chi governa la città dovrebbero essere etiche. 

Soprattutto quando si parla di politiche del lavoro il compito delle istituzioni è investire per la realizzazione di progetti formativi che si trasformino in opportunità di lavoro per un territorio che, nonostante le potenzialità, è caratterizzato da degrado, disoccupazione e disperazione sociale.

Condizioni che obbligano giovani e meno giovani ad abbandonare la propria terra per cercare fortuna altrove.

In questo quadro si inserisce anche la questione abitativa. Dopo la recente risoluzione conquistata per alcune famiglie, serve un censimento degli immobili comunali e velocizzare l’iter delle assegnazioni. D’altronde è questo lo scopo dell’ennesima partecipata, la Patrimonio S.p.a., creata ad hoc dal Comune di Messina”.

“È tempo di invertire la rotta – incalzano -. Chi amministra e ha amministrato la città dello stretto non è esente da responsabilità. 

Per questo il Fronte Popolare Autorganizzato – SI Cobas Messina, insieme ai Disoccupati esclusi da Messina Servizi Bene Comune, i Disoccupati esclusi ATM e a chi Lotta per la Casa. 

Martedì 7 Luglio alle ore 10.00 si manifesterà  presso il  COMUNE di MESSINA per pretendere che per tutte le questioni citate si riaprano le discussioni e di conseguenza i rispettivi Tavoli Istituzionali. 

Un passo indietro solo per prendere la rincorsa“.

redazione